Menu

Marelli si aggiudica il premio “CES Innovation Award Honoree 2022”

Il riconoscimento è stato assegnato al sistema indoor di purificazione della qualità dell’aria (IAQ, Indoor Air Quality) di Marelli nella categoria “in-vehicle entertainment and safety”

11 novembre 2021

• Il sistema di purificazione IAQ di Marelli utilizza luce UV-A e UV-C con filtro al biossido di titanio (TiO2) per eliminare batteri e virus, come il COVID-19
• Il design a doppia luce UV è un importante elemento distintivo, alla base dei brevetti Marelli
• L’azienda ha sviluppato e testato diverse versioni del sistema IAQ per applicazioni automotive di primo impianto e aftermarket, oltre che per uso domestico o in ufficio

Marelli, fornitore automotive a livello globale, si è aggiudicata il premio “CES® Innovation Award Honoree 2022” per il suo sistema indoor di purificazione della qualità dell’aria (IAQ – Indoor Air Quality), in grado di eliminare batteri e virus nei veicoli e negli ambienti interni. Il riconoscimento è stato annunciato il 10 novembre durante il CES Unveiled New York, evento tecnologico che presenta un’anteprima dei prodotti e dei trend attesi al CES 2022 di Las Vegas.

Questo sistema esclusivo utilizza luce UV-A e UV-C combinata con un filtro al biossido di titanio (TiO2) per eliminare entro 15 minuti batteri e virus presenti nell’aria, come il COVID-19, con un’efficacia superiore al 99%. Il sistema IAQ include la fotocatalisi del semiconduttore, che utilizza l’energia luminosa per produrre una reazione chimica con il filtro TiO2, un eccellente fotocatalizzatore caratterizzato da efficienza fotoattiva, elevata stabilità, costo ridotto e sicurezza ambientale.

Il design a doppia luce UV è un importante elemento distintivo, alla base dei brevetti Marelli.
Differentemente dalla soluzione IAQ di Marelli, altri sistemi offerti sul mercato prevedono l’utilizzo della sola luce UV-C, che non agisce sui composti organici volatili (VOC) o gli odori. Inoltre, le tecnologie di ionizzazione creano particelle di sporco che richiedono pulizia, mentre i filtri intrappolano solo le sostanze inquinanti e devono essere sostituiti. Inoltre, tali filtri non sono in grado di intrappolare gas, fumi, sostanze chimiche, odori e alcuni virus, tra cui il COVID-19, che hanno dimensioni così ridotte da poterli attraversare.

Marelli ha sviluppato diverse versioni di IAQ per le seguenti applicazioni.

  • Sistema di condizionamento, riscaldamento e ventilazione dell’aria (HVAC – Heating, Ventilation and Air Conditioning) per applicazioni automotive, installato all’interno dell’abitacolo o dei condotti dell’aria, completamente integrato e invisibile agli occupanti del veicolo. L’unità funziona sia con propulsori tradizionali che con alimentazioni alternative e può essere utilizzata anche per veicoli ad alta occupazione (taxi, autobus, treni, aerei).
  • Unità stand-alone per applicazioni automotive, che può essere inserita nel porta-bicchieri o installata su cruscotto, specchietto o bocchette interne. Sviluppata per l’aftermarket, è alimentata dall’accendisigari e/o dal caricatore USB.
  • Unità per applicazioni indoor distribuita attraverso produttori e/o distributori di mobili per ufficio.

L’azienda ha ottenuto la prima commessa per applicazioni automotive del sistema IAQ negli scorsi mesi per un produttore di veicoli elettrici con sede a Los Angeles, California; l’avvio della produzione è previsto per la fine del 2022.

Siamo onorati di aver ricevuto il premio 2022 CES Innovation Award Honoree” – ha dichiarato Bharat Vennapusa, Executive Vice President Global Operations di Marelli. “Con questa tecnologia abbiamo esteso il nostro focus oltre il tradizionale mercato automotive, sviluppando una soluzione innovativa che consente di creare spazi più sicuri per tutti, anche a casa e in ufficio. Le possibilità del sistema IAQ sono incredibilmente interessanti, e questo riconoscimento è la dimostrazione che i nostri sforzi di ingegneria avanzata stanno dando i loro frutti”.

Il CES Innovation Awards premia, ogni anno, le migliori innovazioni tecnologiche in 28 diverse categorie di prodotto. Una giuria costituita da designer, ingegneri e rappresentanti dei media in ambito tecnologico, valuta le candidature dal punto di vista del design, della funzionalità, dell’interesse per il consumatore, dell’ingegneria e del confronto con la concorrenza.